La bambina fantasma

Un esempio perfetto della labilità della coscienza diurna e del timore continuo di “perdita della presenza”  è fornito dalla celebre candid camera della bambina fantasma: uno scherzo atroce che si stenta a credere autentico. Si stenta a credere soprattutto che i legali dei videomaker e dei network che lo hanno trasmesso abbiano consentito ad assumersi un rischio così grande.…

L’Esorcista in edicola

L’iniziativa editoriale del “Sole 24 ore”, ” I  capolavori della letteratura horror” (una ricca collana di titoli “di base”) ha rimesso in circolazione L’Esorcista di W. P. Blatty, la cui storia editoriale è ben sintetizzata da questa schermata SBN.  Bisogna ammettere che al lettore di oggi il libro che sancì la conversione di Blatty al genere…

Distopie italiane (1). Claudio Vergnani, La Sentinella

La distopia ci allena ad ammiccare e a vedere oggi, oltre gli inganni dell’abitudine e la dannosa tendenza a proiettare le certezze del passato sul presente. Recentemente in Italia si sono assunti questo compito tra gli altri Tullio Avoledo con La crociata dei bambini (ed. Multiplayer 2014), secondo episodio di una serie interna al più vasto…

La banda degli amanti: scontro tra mondi narrativi.

Arrivato a metà della lettura, devo fissare la sorpresa provocata da La banda degli amanti, l’atteso ritorno dell’Alligatore, il fortunato personaggio creato da Massimo Carlotto per  i tipi di e/o negli anni Novanta. Ho sempre creduto che il mondo narrativo dei romanzi dell’Alligatore e l’universo in cui si muove Giorgio Pellegrini, vilain integrale, e proprio per questo massimo interprete e critico “dall’interno”…

Danilo Arona, L’ombra del dio alato

Il momento presente: forze dal profilo indecifrabile – mettendo tra parentesi ogni ipotesi genetica collegata allo stato della politica mondiale, e guardando la cosa stessa– imperversano nell’area che da millenni ospita entità transfughe dall’area indo-iranica e destinate in epoca protostorica ad una precoce reversione; un’area in cui sopravvivono culti preziosissimi e oscuri come quello praticato dal popolo…

Colin Wilson, I vampiri dello spazio

Tornato recentemente alla ribalta con l’ultimo romanzo kinghiano, il tema del vampirismo psichico è da tempo al centro degli interessi della letteratura “de-genere”: basti l’esempio del poderoso Danza macabra di Dan Simmons. Una pietra miliare di quello che a tutti gli effetti potrebbe costituire un sotto-genere a sé stante è certamente  I Vampiri dello spazio (The space vampires) di Colin…

Jacques Spitz, L’occhio del purgatorio

Opera eccentrica, appartenente all’epoca Fruttero-Lucentini di Urania, L’occhio del purgatorio di Jacques Spitz è una meditazione filosofica sulla categoria  di causalità, intesa come forma pura a priori della conoscenza intellettuale. Cosa succederebbe se la percezione della causalità, del puro succedersi degli stati fisici separato dallo scorrere del tempo (condizione essenziale per comprendere la logica e lo svolgersi delle vicende narrate)…

Paola Di Natale, La valenza conoscitiva del fantastico

Avevo adocchiato questo titolo nella bibliografia del saggio di Danilo Arona  L’ombra del dio alato  (edito da Kipple Officina Libraria), ripromettendomi di cercarlo in biblioteca, ma non è stato necessario. Buona lettura: DI NATALE, Paola (1995), La valenza conoscitiva del fantastico, “Quaderni del Dipartimento”, vol. V, n. 2, pp. 107-139. Di seguito il l ink per…

Nicola Lombardi, I ragni zingari

                Vado a ritroso nella bibliografia di Nicola Lombardi e, da Madre nera risalgo a I ragni zingari (2010, Edizioni XII, recentemente riproposto in edizione digitale da Nero Press). Mi sembra di cogliere una costante: in entrambi i romanzi i protagonisti devono affrontare da soli una realtà deformata dalla loro stessa psiche…