Danilo Arona, L’ombra del dio alato

Il momento presente: forze dal profilo indecifrabile – mettendo tra parentesi ogni ipotesi genetica collegata allo stato della politica mondiale, e guardando la cosa stessa– imperversano nell’area che da millenni ospita entità transfughe dall’area indo-iranica e destinate in epoca protostorica ad una precoce reversione; un’area in cui sopravvivono culti preziosissimi e oscuri come quello praticato dal popolo…

Danilo Arona, Rock. I delitti dell’Uomo Nero

 Nel 1984 Danilo Arona pubblica per Gammalibri La musica di Sam Hain,  il nucleo narrativo originario di un progetto che sarà sviluppato nel 1998 con la pubblicazione online Rock,  per  It Horror Magazine. Ristampato nel 2011 con numerosi addenda dalle Edizioni della Sera, Rock. I delitti dell’Uomo Nero, rappresenta davvero un’enciclopedia della scrittura di  Arona, in forma di babelica chiamata a raccolta di tutti…

Paola Di Natale, La valenza conoscitiva del fantastico

Avevo adocchiato questo titolo nella bibliografia del saggio di Danilo Arona  L’ombra del dio alato  (edito da Kipple Officina Libraria), ripromettendomi di cercarlo in biblioteca, ma non è stato necessario. Buona lettura: DI NATALE, Paola (1995), La valenza conoscitiva del fantastico, “Quaderni del Dipartimento”, vol. V, n. 2, pp. 107-139. Di seguito il l ink per…

Fedeli a Lovecraft: “M’rara”

Si può essere fedeli a Lovecraft in molti  modi: se ne può riprodurre il metodo “indiziario”, al quale uno scrittore come Danilo Arona si richiama esplicitamente, oppure si può “traslitterare” il tema della possessione e dell’alterità insostenibile che incombe ai confini del reale, in una cornice fantascientifica e apocalittica come in Tracce nel buio  di Koontz.…

Ancora su orrore e quotidiano

Segnalo in ambiente WP questo articolo di Danilo Arona  su Carmilla,  che mi permetto di collegare al  post precedente.  Qui l’orrore quotidiano, l’inquinamento mortale a cui la nostra fantasia è sottoposta senza alcuna mediazione, svela una trama retorica conforme all’immaginario occidentale di massa.  Tra le riflessioni proposte: l’alterità assoluta del nemico che si palesa  e lo spettro dell’invasione occulta,…

Alessandro Defilippi, Il teorema dell’ombra

Tra le più belle uscite nel campo del fantastico italiano in questo 2014, abbiamo Il teorema delll’ombra di Alessandro Defilippi, (per i tipi delle edizioni Anordest, nella collana “Criminal Brain” diretta da Danilo Arona, con  postfazione di Franco Pezzini) raccolta di racconti dallo stile scarno fatto di oggetti, luci, colori, ombre. Racconti che mi sono apparsi come meditazioni,  prima…

Attenti all’archetipo con Arona e Lombardi (1): Madre nera

Tra le migliori uscite dell’anno nel campo del fantastico e territori limitrofi sono senz’altro da considerare  Madre nera, di Nicola Lombardi, nome consolidato tra i più attivi dell’horror italiano, tra cinefilia e letteratura,  per i tipi di Crac Edizioni, con prefazione di Danilo Arona e, dello stesso Arona, il thrillerIo sono le voci, edito da Anordest.…

L’autunno di Montebuio: un modello di cura editoriale

La letteratura del Fantastico italiano dovrebbe  vedere autori e lettori uniti in un fronte comune  nel pretendere da editori grandi e piccoli  editing e cura complessiva del progetto editoriale, dalla grafica alla scelta della carta. Libri veramente molto buoni sono spesso rovinati  dalla pura e semplice assenza di una rudimentale correzione di bozze.  Non sarò…

Danilo Arona. Vento bastardo (2)

Dedico questo post, e il precedente,  ad Ivan Graziani, chitarrista, cantore dei freaks e dei reietti. In queste brevi note  (e nelle precedenti) non pretendo di esaurire il fascio di suggestioni e le risonanze ricevute dalla lettura di  Vento bastardo: proverò solo ad indicarne alcune senza nessuna pretesa di completezza, cercando di lasciare al lettore…