Paola Di Natale, La valenza conoscitiva del fantastico

Avevo adocchiato questo titolo nella bibliografia del saggio di Danilo Arona  L’ombra del dio alato  (edito da Kipple Officina Libraria), ripromettendomi di cercarlo in biblioteca, ma non è stato necessario. Buona lettura: DI NATALE, Paola (1995), La valenza conoscitiva del fantastico, “Quaderni del Dipartimento”, vol. V, n. 2, pp. 107-139. Di seguito il l ink per…

Westlake, quando l’ucronìa è un bidone

 Uno dei libri più divertenti del grande Donald Westlake è  certamente God save the mark, del 1967,  più che un giallo una commedia indiavolata, che fruttò al prolifico autore il primo dei tre Edgar Allan Poe Awards della sua carriera (vedi Wikipedia, Donald E. Westlake). Tradotto in italiano con il titolo Un bidone di guai, il romanzo fu pubblicato…

Giuseppe Genna, La vita umana sul pianeta Terra

Ricordo che in prossimità della pubblicazione di Hitler, Giuseppe Genna pubblicò la  vecchia foto  di un bambino molto piccolo: quel ragazzino l’avevo già visto, ma non ricordavo dove. Poi  mi venne in mente la pagina di una storia della seconda guerra mondiale pubblicata da Selezione della libreria di casa, sfogliata mille volte da bambino: quella…

Perché non ci amano? Vonnegut e l’eccezionalismo americano

L’esperienza fondamentale della vita di Vonnegut, che ritorna  ciclicamente in tutta la sua opera, è il bombardamento alleato di Dresda del febbraio 1945. Vonnegut vi incappò come prigioniero di guerra, sperimentando duramente il carattere spietato del “fuoco amico”. È probabile che questo trauma mai elaborato sia all’origine della precoce consapevolezza dell’enorme distanza tra l’autorappresentazione positiva della nazione americana, e il…