L’Esorcista in edicola

Unknown-1

W. P. Blatty (fonte Wikipedia)

L’iniziativa editoriale del “Sole 24 ore”, ” I  capolavori della letteratura horror” (una ricca collana di titoli “di base”) ha rimesso in circolazione L’Esorcista di W. P. Blatty, la cui storia editoriale è ben sintetizzata da questa schermata SBN.  Bisogna ammettere che al lettore di oggi il libro che sancì la conversione di Blatty al genere non sembra affatto un romanzo scritto per ragioni alimentari, che si tratti di arte o di solido mestiere non è importante.  Pittosto, bisognerebbe esser capaci di leggere L’Esorcista mettendo tra parentesi il fardello visuale  del film di Friedkin: ne scaturirebbe una fotografia nitida, sul solco di film come I tre giorni del Condor o Tutti gli uomini del presidente. È proprio in  tale nitore si svolge la vicenda che vede sbarcare il demone del vento di sud ovest, nominato una volta sola nel romanzo e mai nel film, nel quartiere di Georgetown-Washington D. C. Resta fondamentalmente indeterminato il motivo della sua venuta, forse all’inseguimento del vecchio esorcista tornato dalla Mesopotamia, forse propiziata da  riti satanici. Certo è che dalla scrittura eccezionalmente asciutta di Blatty, emergono due portanti: la prima è quella della lotta per la rovina della creatura e della sua materia consacrata o per la sua salvezza qui e ora; la seconda è quella del “male contro il male”, che dal tradizionale uso pagano e apotropaico si sviluppa, ora cattolicizzato, con rigorosa simmetria; simmetria nella quale in definitiva si risolve il romanzo.  Padre Karras è un gesuita la cui vicinanza al mondo moderno e alle sue certezze scientifiche ha finito per minarne la fede; troppo insistita è stata la pratica dell’immedesimazione da parte di questo erede di Sant’Ignazio. Karras riconquisterà la fede in extremis confrontandosi con la disperazione della madre agnostica della piccola  Regan, in un sorprendente rovesciamento. Ma non basta:  riconquistato il Dio di misericordia al cospetto del demone, in questo caso riluttante strumento di salvezza,  resta pur sempre in sospeso la vita naturale della piccola ossessa, e proprio per la salvezza terrena della bambina Karras,  rimasto solo, pagherà con coraggio il prezzo più alto.

3 pensieri su “L’Esorcista in edicola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...