Huxley: torna in libreria L’Eminenza Grigia

eminenza3Il 2013 ha visto il ritorno in libreria del saggio-romanzo storico di Aldous Huxley, L’Eminenza Grigia, riproposto  in ristampa anastatica  da Ghibli. La traduzione italiana di Grey Eminence.  A study in religion and politics (London, Chatto & Windus, 1941), era già presente nella mondadoriana Biblioteca della Medusa dal 1946 e  fu ristampata in edizione economica nel 1966 sempre da Mondadori. Si tratta della ricostruzione della vita e delle imprese del  frate francescano  padre Giuseppe da Parigi, consigliere e ministro degli esteri del cardinale Richelieu (contenuto che non si indovina affatto nella singolare quarta di copertina di questa edizione anastatica).  Questo frate di nobili origini fu fino alla morte il massimo responsabile della politica francese nel corso della guerra dei Trent’anni e, strumento della politica di potenza condotta da Richelieu in nome del Re Cristianissimo, con costi altissimi anche nel regno di Francia, non esitò ad allearsi con i protestanti pur di indebolire la potenza degli Asburgo d’Austria e di Spagna. Huxley ci presenta il ritratto di un mistico arrivato molto avanti nella “conoscenza unitiva” (oggetto eminente del capolavoro del saggista inglese La filosofia perenne) in un periodo molto critico per la spiritualità cattolica, allontanatasi dal filone che ha nello Psudo-Dionigi l’iniziatore, ed avviatasi per una via “cristocentrica” per la grande influenza di Benedetto da Canfield e in seguito, soprattutto dal cardinale de Bérulle; periodo prossimo all’esplosione del quietismo, la cui repressione spietata segnerà il divorzio del Cattolicesimo romano dalla tradizionale via unitiva.  Quella “deviazione” dalla via regia della mistica, fatta propria da padre Giuseppe, unita all’incrollabile certezza   di favorire gesta Dei per Francos, portò il nobile frate a rendersi responsabile delle peggiori nefandezze politico-diplomatiche nella speranza, forse venuta meno alla fine della vita, che l’annientamento della volontà in Dio rendesse indifferente la qualità morale intrinseca delle azioni compiute. Speranza fallace per Huxley:

La verità è, naturalmente, che la santa indifferenza può essere praticata solo riguardo ad azioni intrinsecamente buone o eticamente neutre. […] le azioni cattive non sono “annientabili” […] perché, come mero fatto psicologico esse accrescono l’ego personale e separato di coloro che le compiono. Ma “più c’è della creatura”, come dice Tauler ” e meno c’è di Dio”. Qualunque atto che viluppi l’ego personale e separato automaticamente diminuisce per chi agisce la possibilità di sviluppare un contatto con la realtà. Egli può ben cercare in ogni modo di annientarsi in Dio, di praticare la presenza di Dio anche mentre agisce; ma la natura di quel che sta facendo rende di necessità vano ogni suo sforzo.

L’incomprensione di questa impossibilità e l’autoinganno fecero sì che padre Giuseppe si adoperasse per la prosecuzione dei combattimenti in Germania, ormai sprofondata nell’orrore della morte per fame, del saccheggio e delle stragi di contadini. Huxley tornerà anni dopo a questo momento cruciale della storia di Francia ne I diavoli di Loudun, affrontando da un altro versante il tema dell’uso politico della mistica, con la narrazione  della vicenda drammatica di Urbain Grandier.

Huxley non ha dubbi: padre Giuseppe lavorò, senza avvedersene,  alacremente per il caos, il male; diversamente dal Richelieu, che era consapevole dei costi morali e spirituali della politica di potenza, il francescano coltivò l’illusione di poter far convivere in sé il politico e il mistico, con risultati disastrosi. Nelle pagine conclusive Huxley estende queste considerazioni alla contemporaneità, ma la vera forza de L’eminenza grigia consiste nella lucida individuazione di un momento cruciale della spiritualità occidentale, insieme ad una ricostruzione preziosa dell’antropologia dell’Antico Regime, che ci si presenta ancora una volta in tutta la sua affascinante alterità.

www.modeide.it

it.wikipedia.org

3 pensieri su “Huxley: torna in libreria L’Eminenza Grigia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...