Uno strano e immotivato attacco al Fantastico

38918(1)

Le opinioni di due scrittori sul  Fantastico, o sul Fantasy, sono del tutto legittime, anche se discutibili nel merito. Ma se sono rilanciate in un contesto televisivo  da autori nella veste di giurati (si dice così?) in un talent show sulla scrittura, assumono una valenza normativa del tutto fuorviante. Un bravo autore italiano del Fantastico italiano, che speriamo decida di buttarsi via ancora molte volte e di darci ottimi libri, ha notato che gli scrittori in questione hanno avuto in passato esperienze “de-generi”: tale circostanza, soprattutto per chi ha avuto come editor Italo Calvino (vedi I libri degli altri), rende ancora più incomprensibile, almeno  in apparenza, questa condanna in diretta. Lo stesso bravo autore nota che, caso mai, sarebbe il caso di rivedere la categoria merceologica del noir, il “nuar” politicamente corretto che, quello sì, sarebbe definitivamente nobilitato e assunto nel cielo letterario.  Ma noi amiamo il noir, quello indigeribile, mai “embedded”. Dunque nessuna polemica. Sorprende invece il fatto che per una volta il recinto dei generi non abbia imprigionato i suoi cultori, ma degli esponenti di rilievo del mainstream. Mai come in questo caso salta all’occhio la volontà di emettere giudizi di valore fondati su inesistenti gerarchie dei generi. In cosa consiste esattamente la superiorità del realismo? E di quale realtà si sta parlando?. Non posso credere che due scrittori affermati coltivino un’idea tanto rudimentale del rapporto tra testo e mondo, quando anche uno studente liceale sa che, ammessa l’esistenza della realtà, i mondi finzionali, in qualunque modo siano concepiti e costruiti dall’immaginazio-

cxxi05_jpeg_crop_cy379_cx379_dpc_w267_h267ne dello scrittore, ne sono rigorosamente equidistanti. Quanta “realtà” c’è nella letteratura mainstream? Si fa strada l’idea che, al di là delle intenzioni, la repubblica delle lettere combatta per spartirsi le spoglie di un lettore forte sempre più esausto e demotivato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...